Le acque milanesi: fiumi, canali, fontanili, falda

L’affascinate realtà di una delle pianure irrigue più produttive d’Europa, grazie ad un sistema idrico naturale eccezionale ed a una regimentazione irrigua capillare nata dalla laboriosità dell’uomo fin dal 1100. Una sintetica carrellata su fiumi, canali artificiali acque di falda e fontanili dell’intorno milanese

 




I fontanili

Un oggetto unico e fondamentale per l’armoniosa connessione fra acque profonde e superficiali ideato dalla laboriosità dei monaci cistercensi già dal 1200, perfezionato negli anni e spesso divenuto un oggetto caratteristico e paesaggisticamente insostituibile della pianura milanese.

Carta dei Fontanili

La distribuzione nell’area milanese dei fontanili esistenti e di quelli purtroppo ormai abbandonati o prosciugatisi nel tempo sia per incuria, per urbanizzazione selvaggia o per abbassamento della falda negli anni ’70 del 1900

Carta d’intreccio delle acque

Una suggestiva sovrapposizione a layer successivi di tutte le caratteristiche idriche del Milanese dal reticolo idrico principale, ai canali artificiali, al reticolo minore (RIM).

 




Acqua che beviamo e gettiamo

Da dove arriva l’acqua ai nostri rubinetti e dove va a finire quella che gettiamo? Una storia che racconta il cammino dell’acqua dalla falda ai depuratori.

Studi sulle acque superficiali e profonde

Approfondimenti tecnici sulle acque superficiali e profonde del Milanese e sullo stato di avanzamento dell’Idrovia Locarno- MIlano- Venezia, per chi vuole capire questo meraviglioso “pianeta” acqua intorno a Milano.